Il nostro territorio

L’azienda agricola occupa una superficie di circa 200 ettari tra i territori di Mede e Lomello, nel centro della Lomellina. Siamo inseriti in una zona “Natura 2000”, in particolare nella Zona di Protezione Speciale delle “Risaie della Lomellina ed è adiacente alla Garzaia di Villabiscossi.

Un percorso più che ventennale di spostamento terre, annessione di piccoli e grandi spazi, creazione di nuove canalette e percorsi per l’acqua oltre che stradine di raccordo hanno creato la conformazione attuale della nostra campagna. Sembra banale ma vogliamo che i nostri campi siano in primis curati e “belli” da vedere, come è bella la terra che coltiviamo; siamo felici di avere attenzione non solo per le coltivazioni ma anche per ciò che ci sta intorno: piante, robinie, tanti uccelli e animali in capezzagna. Ogni anno inoltre ci accordiamo con alcune società sementiere per fornire loro un appezzamento di un ettaro dove possano realizzare i loro campi sperimentali. Il risultato è sorprendente: un gioco di colori in piccoli appezzamenti adiacenti, che in fase di raccolta rende quei campi simili ad arcobaleni. Inoltre, i nostri campi si colorano anche di “altro”, grazie alle coltivazioni di granturco, soia, orzo, …: anche queste simbolo della nostra attenzione e cura al territorio che abbiamo la fortuna di coltivare.

le caratteristiche del territorio

clima

Nel mezzo della pianura padana, con inverni rigidi, qualche nevicata, molta nebbia e frequenti gelate con brina, a partire da fine aprile la temperatura cresce fino a superare abitualmente i 30°C in luglio e agosto. In queste condizioni il riso che coltiviamo riesce ad esprimere il massimo del suo potenziale, anche grazie alle acque di colatura che permettono in tutta la zona di coltivare questo cereale tipico del sud-est asiatico


l'acqua

Per coltivare il riso serve (tanta) acqua… e questo può avvenire perchè tutta la pianura padana, dopo le opere di bonifica avvenute nel corso dell’Ottocento, è stata riempita di una rete di canali, condotti, chiuse e sistemi idraulici che trasportano le acque in maniera controllata in tutti campi della regione. Anche noi usufruiamo di questa splendida opera di ingegneria, di cui parleremo più approfonditamente in futuro


fauna

Quando si percorrono le strade adiacenti ai campi, nelle varie ore del giorno, sono svariate le specie di uccelli e animali che si possono incontrare. Dai più “comuni” aironi cenerini, alle famiglie di fagiani, ai cuculi, per passare alla fauna selvatica di terra, dalle piccole lepri fino ai grossi (e ahinoi molto golosi di semi di granturco) cinghiali. Cerchiamo anche con questi animali di avere sempre un rapporto di rispetto.


curiosità

Le mappe originali della Santa Maria sono conservate nelle nostre case e nei nostri uffici. Al tempo in cui il nonno ha iniziato a occuparsi di tutto questo, la superficie coltivata dell’azienda era meno di un terzo di oggi

Guarda anche

i nostri prodotti

Qualità e prodotti di nicchia, un binomio di alto valore.

come lavoriamo

I nostri metodi: l’unione tra passato 
e nuove tecniche di coltivazione.

la nostra storia

Le nostre origini e l’unicità della nostra storia.